gamberi…

 
amo moltissimo i gamberi e cercando una ricetta insolita da fare ho trovato questa facile, diversa  e cromaticamente bella!…sopratutto buona e leggera!
 
 
Gamberi alla salsa di lamponi

Gamberetti con salsa di lamponi frullati, cetriolini e cipolline in guarnizione

L’idea cioè di accostare questi due sapori: il gamberetto e il lampone e di ricavarne un delizioso antipasto veloce. Un piatto a base di gamberetti che ritengo possa rappresentare un notevole elemento coreografico all’interno di una cena di pesce come si evince anche dalla foto nella quale il cromatismo della portata raggiunge un eccellente equilibrio armonico: il verde dei cetriolini, l’arancione salmonato dei gamberetti e il rosso purpureo della salsa e delle fragoline.

INGREDIENTI: (per 4 persone) 16 grossi gamberi, 1 limone, 250 g di lamponi, 1 cucchiaio scarso di zucchero, 1/2 cucchiaio di aceto, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cetriolo e 1 cipollina fresca e fragoline di bosco per guarnire

PREPARAZIONE: Come prima operazione pensiamo alla salsa. Frullate i lamponi con il succo di un limone e lo zucchero. Cuocete la purea in un piccolo tegame, rimestando e, appena inizia a imbrunire, accingete l’aceto, fate evaporare e togliete dal fuoco. Ancora calda, passate la salsa al setaccio per eliminare i piccoli semi dei lamponi quindi tenete da parte. Lavate bene i gamberi sotto l’acqua corrente, versateli in una pentola con acqua bollente salata. Dal momento in cui l’acqua riprende il bollore, calcolate 3 minuti di cottura. Scolate i gamberi e sgusciateli, eliminando il filo nero intestinale e sistemateli su dei piatti individuali, disposti a raggio. Mondate e lavate il cetriolo e la cipollina fresca e tagliateli a rondelle sottili. Accompagnate con fettine di cetriolo , cipollinae fragoline, condite con un filo di olio e la salsa di lamponi.

Come vino da abbinare a questo piatto nucciconsiglia un vino bianco marchigiano DOC: il Bianchello del Metauro, vino sapido e dagli aromi floreali e freschi che sapranno fondersi molto bene con la delicatezza dei gamberi al lampone.

io invece l’ho abbinato a un marchigiano rosso una lacrima di morro d’alba! 

fidatevi!

rielaborata da ricette veloci della nucci

 

 

 

ROSA & CO…

Girando per Parigi vicino a rue du bach , ho scorto qualche anno fa  AU NOME DE LA ROSE negozio romantico piccolissimo pieno zeppo di rose e solo rose  coloratissime , profumi d’ambiente, saponi,marmellate,dolcetti,sciroppi,candele,the,zuccheri e chi più ne ha più ne metta…..tutto alla rosa…insomma    tutte quelle cose inutili che io adoro…!

Au nom de la rose a febbraio di quest’anno  ha aperto anche a Milano in piazza Wagner, zona Fiera. Ed è come se un piccolo angolo di Parigi fosse spuntato tra le …brutture della città.

au nom de la rose - a shop around the corner selling roses, rose candies, jellies, parfumes...

 

 

 

 

 acqua di rosa

gelee alla rosa 

   
 
 

 riso alla rosa

 usare fiori commestibili, privi di concimi e quant’altro  fiori commestibili di ASCHERI


  1. Scaldate mezzo litro d’acqua, mettetevi in infusione 100 g di petali di rosa per 5-6 ore e filtrate.
  2. Nel frattempo, tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in poco olio per qualche minuto.
  3. Aggiungete il riso, fatelo tostare e bagnate con il brodo, versato poco alla volta, mescolando continuamente.
  4. A metà cottura, proseguite bagnando il riso con l’infuso alla rosa.
  5. Quando il risotto sarà quasi pronto, aggiungete 50 g di petali, mantecate con il burro e regolate di sale.
  6. Servite guarnendo con i petali rimasti. 
Cuore al cioccolato fondente con petali di rosa brinati
4746e63f88edca155eed8a2742037336.jpg

Ingredienti:

gr.200 cioccolato fondente
gr.50 zucchero
½ litro di panna fresca
2 uova
1 albume
1 bustina di vanilina
2 bicchierini di rhum
petali di rosa non trattata
10 foglioline di menta

 
Preparazione:

Mettete in una casseruola lo zucchero ed il cioccolato tritato grossolanamente e aggiungete la panna fresca . Fate fondere il cioccolato a bagnomaria a fuoco molto basso, mescolando spesso. In una ciotola montate le 2 uova con la vanillina aiutandovi con una frusta elettrica sino a quando il composto apparirà chiaro e spumoso.

Aggiungete il liquore e continuate a frullare. Incorporate le uova al composto di cioccolato e panna, mescolando con cura. Bagnate con poco rhum uno stampo a forma di cuore, versate la crema al cioccolato. Prendete una pentola più grande, aggiungete dell’acqua calda ed immergete lo stampo .

Coprite lo stampo con un foglio di alluminio e cuocete a bagnomaria in forno per circa 40/50 minuti , togliendo l’alluminio negli ultimi dieci minuti di cottura. 

Fate raffreddare completamente il budino e mettetelo in frigorifero per almeno 5-6 ore. Per sfornare agevolmente, immergete lo stampo per pochi secondi in acqua caldissima e capovolgete in un piatto di portata.

Brinate i petali di rosa passandoli nell’albume leggermente sbattuto e poi nello zucchero semolato, fate asciugare su un foglio di carta. Decorate il cuore di cioccolato fondente con i petali di rosa brinati e le foglioline di menta

 
 
 
0faefd4a4b063c82991244bd1501c054.jpg
 
 

LASSI ALLA ROSA

2 tazze di yogurt
½ tazza di zucchero
2 cucchiaini da tè di acqua alla rosa
ghiaccio

alcuni petali di rosa  per guarnizione

Mescolare lo yogurt, lo zucchero ,l’ acqua di rosa ed acqua ghiacciata in un frullatore per 2 minuti.

Aggiungere il ghiaccio e frullare per altri 2 minuti.

Versare il lassi in bicchieri alti e guarnire con petali di rosa.

 

Dom Perignon Label

 

 sorbetto dom perignon

   

per 6 persone

250 gr zucchero

sciroppo di rose (a piacimento)

500 ml di acqua 

250 ml (DOM Perignon) Champagne

75-100 ml di spremuta di limone

preparazione

1. bollire l’acqua ed incorpare lo zucchero, mescolare fino a sciogliere lo zucchero completamente. 

2. Raffreddare completamente aggiungendo lo sciroppo di rose.

3. Incorpare lo champagne ed il limone. (Il limone  appena per  sfalsare la dolcezza. Assaggiare e aggiungere   champagne a piacimento senza esagerare).

4. Congelare  utilizzando una macchina  del gelato, o riporre coperto sul congelatore , mescolare ad intervalli di 1 ora per rompere  il ghiaccio.

5. Guarnire con le fragole e petali di rose!

 servire!

 

Dom Perignon Sorbet
 

per completare  potete aggiungere anche i biscottini rosa di reims….

 

 
Il biscotto rosa è, con lo champagne, uno dei simboli golosi di Reims dal XVII secolo, quando un panettiere della città ebbe l’idea di cuocere due volte i biscotti, approfittando del calore del forno del pane dopo l’ultima infornata. 
 
Da quando dei gourmet celebri, come il re Leopoldo II del Belgio, lo zar di Russia, la marchesa di Polignac e Victor Hugo l?hanno celebrata, la ricetta non è cambiata – zucchero, farina di fromento, uova, fecola con l’aggiunta di albume d’uovo, aroma di vaniglia e un pizzico di quel colorante che conferisce il famoso rosa -.
 
Due volte più lungo che largo, questo biscotto dalla consistenza unica può assorbire il suo volume di liquido, pur mantenendo il suo aroma. Infatti, il biscotto rosa si degusta inzuppato, nello champagne per gli uni, nel ratafia, nel porto o nel banyul, per gli altri, in particolare per l’abitante di Reims che beve lo champagne puro.
 

 buona serata!

 

 

MAZZANCOLLE….

Oggi ,finalmente ,libera da impegni di lavoro ho cucinato un piatto strepitoso

le ricette e le foto sono le mie…non sono nè chef nè fotografa …sono solo amante della buona e cucina e un ospite premurosa!

vi assicuro che questa ricetta accompaganata da un buon vino bianco o addirittura una lacrima di morro d’ alba è ottima !!!!!

 

SPAGHETTI CON MAZZANCOLLE E ZUCCHINE …

RICETTA FRESCA,SEMLICE MERAVIGLIOSA
 

INGREDIENTI FRESCHISSIMI:

MAZZANCOLLE

ZUCCHINE CON I FIORI

POMODORINI

AGLIO UNO SPICCHIO 

PEPERONCINO

PEPE BIANCO

SALE

PREZZEMOLO

LIMONE  

OLIO EXTRAVERGINE

UNA SPRUZZATA DI VINO

SPAGHETTI LATINI

 

 RICETTA4

 

LAVATE LE MAZZANCOLLE,TOGLIETE LE TESTE  E METTETELE DA PARTE,

TOGLIERE IL FILO NERO SULLA SCHIENA

INTANTO SOFFRIGGETE L’ AGLIO CON L ‘OLIO EXTRAVERGINE , APPENA DORATO , METTETE LE ZUCCHINE TAGLIATE A RONDELLE SOTTILI E UNA SPRUZZATA DI VINO BIANCO SALATE E PEPATE , AGGIUNGETE  LE TESTE DELLE MAZZANCOLLE SPREMETELE BENE E COPRITE CON UN  COPERCHIO COSì DA FAR CUOCERE LE ZUCCHINE ( SE  IL TUTTO RISULTASSE TROPPO SECCO METTETE UN GOCCINO D’ ACQUA CALDA E POI COPRITE)

DOPO UN CINQUE MINUTI CIRCA ,SE SONO CROCCANTI QUASI COTTE,TOGLIETE LE TESTE SCHIA CCIANDOLE IN MODO CHE IL SUGHINO RESTI NELLA PENTOLA AGGIUNGETE LE MAZZANCOLLE DIVISE A METà ,UNA GRATTUGIATINA DI LIMONE ,

ALTRI DUE MINUTI GIRATE ,AGGIUNGETE I POMODORINI TAGLIATI A DADINI UNA GIRATINA VELOCE…..FATTO!

NEL FRATTEMPO METTERE A CUOCERE GLI SPAGHETTI ASSOLUTAMENTE PASTA RUVIDA, IO USO QUELLI DI LATINI,TOGLIETELI AL DENTE SCOLATELI ,AMALGAMATELI NELLA PADELLA COL LA SALSA SUL FUOCO… IMPIATTATELI SPOLVERATE CON IL PREZZEMOLO TRITATO E I FIORI DELLE ZUCCHINE TAGLIATI A LISTARELLE.. 

CHIUDETE GLI OCCHI E MANGIATE!!! 

RICETTA5 

DOLCISSIME FATINE IN MARSHMALLOW FONDANT …

LA BASE DELLE TORTE LE HO FATTE IN  POLISTIROLO (VISTO LE DIMENSIONI ESAGERATE E L’ UTILIZZO ) L’HO RICOPERTO CON LA PASTA MARSHMALLOW FONDANT CON COLORANTI, TULLE GIALLO RIGIDO PER LE GONNE, FARFALLE GIA’ PRONTE PER LE ALI E LE ANTENNE DELLE FATINE,LIBELLULE ROSA  DI PERLE E STRASS , EDERA FRESCA, MARGHERITINE FRESCHE. DA APPOGGIARE SOPRA L ‘ULTIMO STRATO  DI ”TORTA” A FORMARE UN PRATO FIORITO… BELLISSIMA DECORAZIONE PER BATTESIMI O COMPLEANNI O ALTRO!…BUON DIVERTIMENTO!

UN CONSIGLIO IN QUALSIASI PREPARAZIONE CHE SI RISPETTI NON DEVONO MAI MANCARE I FIORI E L ‘EDERA FRESCA !!!!!!!!1

 


fatina turchina fataturchina

FATATURCHINA

FATADELLALIBELLULEROSA1

FATADELLELIBELLULEROSA fatadellelibellulerosa

fatadellefarfalle2

fatadellefarfallegialle1fatedellefarfallegialle

 

 

 
          

 
IL MERAVIGLIOSO PREMIO ASSEGNATOMI DA  AGO!!!
GRAZIE AGO!!!!! 
   
 
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

 
 
MOTIVAZIONE:       
…credo abbia delle ottime doti per fare grandi cose nel campo delle decorazioni! 
 
 
per le regole : clicca QUI