sardoncini in tempura

 sardoncini in tempura con salsa di miele e peperoncini
 

sardoncini estivi
 
 
 
 

 ingredienti:

sardoncini freschi

2 albumi 

limone

fichi d’india

miele millefiori

peperoncino in polvere

zenzero fresco o in polvere 

farina per fritti

acqua gassata fresca

ghiaccio 

olio per la frittura

Lavate e asciugate  i sardoncini.

Prendete le 2 uova fresche usando solo l’albume mettetele in una terrina e aggiungete mezzo bicchiere d’acqua gassata fresca.

Montate le chiare d’uovo a metà, devono essere schiumose e ancora liquide prendete il pesce e immergetelo nell’albume freddo(meglio se la terrina avrà  sotto una padella di acqua e ghiaccio tanto da mantenere tutto molto freddo).

passare il pesce nella farina e friggerlo nella padella con l’olio caldo a 180° scolatelo su  carta assorbente ,si formerà una crosticina croccante fuori ,dentro il pesce sarà cotto ma morbido! 

per fare la salsa

Prendete un pentolino mettere due cucchiai di miele millefiori , il succo di un limone, una spolverata di peperoncino in polvere,una grattugiatina di zenzero,mescolate con un cucchiaio e  mettere il tutto a scaldare per pochissimo tempo appena il miele diventa liquido e caldo toglietelo dal fuoco 

presentazione 

Ho trovato un bel piatto di presentazione in vetro con quattro piccole scodelline,vi ho adagiato il pesce, la salsa di miele e per chi non gradisce il miele può gustare il pesce con limone e fichi d’india a fette!

….facile, buono e… bello!!!

come al solito buon appetito!!! 

 

 

 

buona vacanza….

BLOG IN VACANZA…
UN SALUTO E BUONE VACANZE A TUTTI…!

 

vi lascio per qualche settimana con due buoni consigli culinari .

amo fare con  il pesce crudo con insoliti abbinamenti così ho provato queste ricette…

facili e gustose
 
 
 
PARNANZOLA…O BIANCHETTI FRITTI IN SALSA CALDA PICCANTE
 
 
 

 

     

 

Parnanzola(marchigiano)…bianchetto

400 gr.  Parnanzola
200 gr.  farina
olio,pochissimo sale

per la salsa:

miele al limone, peperoncino in polvere, qualche goccia di  limone per rafforzare il gusto della salsa.

 procedimento:

fate attenzione perchè sono piccolissimi pesciolini gelatinosi, fragili e bianchi  non vanno assolutamente puliti ma solo rinfrescati con acqua, scolateli bene ,infarinateli  e poi friggeteli in abbondante olio bollente.

La loro cottura è molto rapida circa 2 minuti, scolateli , passateli poi nella carta assorbente.

Per la salsa intanto, a parte scaldate leggermente il miele togliete dal fuoco ,unite qualche goccia di  limone e un pizzico di peperoncino in polvere sempre mescolando… assaggiate …a me piace molto piccante…. regolatelo a vostro piacimento!

serviltelo caldo in una ciotola a parte vicino al fritto di bianchetti…e un buon bicchiere di vino bianco aromatico Gewurztraminer!

per decorare salvia fritta e fiori di zucca!

 

 

Tartare di pesce spada, mango e olive

 

 

Una ricette di Nicola Cavallaro! Davvero buona, sorprendente e esotica al punto giusto – anche se condirla bene è difficile (consiglio di assaggiare durante la preparazione e prima di servire).

pesce spada freschissimo 500g
mango 1
olive nere 100g
basilico tritato 2 cucchiai
peperoncino fresco 1
lime 1
cren una punta (RAFANO)
sale e pepe

Privare il pesce della pelle e tagliarlo a dadini. Sbucciare il mango, tagliarlo a dadini e mescolarli al pesce. Aggiungere le olive tritate, il basilico e una punta di peperoncino tritato. In una ciotolina, emulsionare il succo del lime con un cucchiaio di olio, il cren, sale e pepe, versare sul pesce e mescolare. Far marinare al fresco per un’oretta.

 

 

canocchie…

  ort

sabato sera…

cena  informale in giardino tra amici amici… piccolo centrotavola con ortensie bianche  e…. CANOCCHIE IN SALSA MARYBLOOM!

 

ingredienti:

canocchie freschissime

pasta di acciughe 

zucchine piccolissime col fiore

prezzemolo

olio extravergine di oliva

capperi di linosa ( pantelleria mi è antipatica) 

sale

pepe bianco

limone 

pomodorini pachino

origano( pochissimo )

 

 

pulite le canocchie, lessatele in acqua salata,appena il bollore si alza e le canocchie vengono a galla toglietele dal fuoco far raffreddare e con una forbice tagliatele lateralmente così da togliere solo la parte centrale dura e trasparente,solo sopra.

disponetele sul piatto di portata .

intanto tagliate a dadini piccolissimi gli zucchini croccanti e teneri e i pomodorini,sminuzzatei capperi dopo averli sciacquati sotto l’ acqua,tagliate finemente anche il prezzemolo mettete tutto il trito dento una coppetta, aggiustate di sale, aggiungete una macinata di pepe bianco,la pasta di acciughe(pochissima),qualche foglia di origano, il succo di un limone,olio extravergine mescolare con delicatezza la salsa e conditeci le canocchie , aggiungete i fiori delle zucchine tagliati a listarelle alla fine.

la salsa può essere gustata anche sopra una bella fetta di pane bruschettato!

ricetta facile, di effetto, leggera e estiva!

…candele ovunque logicamente!

 

canoc


gamberi…

 
amo moltissimo i gamberi e cercando una ricetta insolita da fare ho trovato questa facile, diversa  e cromaticamente bella!…sopratutto buona e leggera!
 
 
Gamberi alla salsa di lamponi

Gamberetti con salsa di lamponi frullati, cetriolini e cipolline in guarnizione

L’idea cioè di accostare questi due sapori: il gamberetto e il lampone e di ricavarne un delizioso antipasto veloce. Un piatto a base di gamberetti che ritengo possa rappresentare un notevole elemento coreografico all’interno di una cena di pesce come si evince anche dalla foto nella quale il cromatismo della portata raggiunge un eccellente equilibrio armonico: il verde dei cetriolini, l’arancione salmonato dei gamberetti e il rosso purpureo della salsa e delle fragoline.

INGREDIENTI: (per 4 persone) 16 grossi gamberi, 1 limone, 250 g di lamponi, 1 cucchiaio scarso di zucchero, 1/2 cucchiaio di aceto, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cetriolo e 1 cipollina fresca e fragoline di bosco per guarnire

PREPARAZIONE: Come prima operazione pensiamo alla salsa. Frullate i lamponi con il succo di un limone e lo zucchero. Cuocete la purea in un piccolo tegame, rimestando e, appena inizia a imbrunire, accingete l’aceto, fate evaporare e togliete dal fuoco. Ancora calda, passate la salsa al setaccio per eliminare i piccoli semi dei lamponi quindi tenete da parte. Lavate bene i gamberi sotto l’acqua corrente, versateli in una pentola con acqua bollente salata. Dal momento in cui l’acqua riprende il bollore, calcolate 3 minuti di cottura. Scolate i gamberi e sgusciateli, eliminando il filo nero intestinale e sistemateli su dei piatti individuali, disposti a raggio. Mondate e lavate il cetriolo e la cipollina fresca e tagliateli a rondelle sottili. Accompagnate con fettine di cetriolo , cipollinae fragoline, condite con un filo di olio e la salsa di lamponi.

Come vino da abbinare a questo piatto nucciconsiglia un vino bianco marchigiano DOC: il Bianchello del Metauro, vino sapido e dagli aromi floreali e freschi che sapranno fondersi molto bene con la delicatezza dei gamberi al lampone.

io invece l’ho abbinato a un marchigiano rosso una lacrima di morro d’alba! 

fidatevi!

rielaborata da ricette veloci della nucci

 

 

 

MAZZANCOLLE….

Oggi ,finalmente ,libera da impegni di lavoro ho cucinato un piatto strepitoso

le ricette e le foto sono le mie…non sono nè chef nè fotografa …sono solo amante della buona e cucina e un ospite premurosa!

vi assicuro che questa ricetta accompaganata da un buon vino bianco o addirittura una lacrima di morro d’ alba è ottima !!!!!

 

SPAGHETTI CON MAZZANCOLLE E ZUCCHINE …

RICETTA FRESCA,SEMLICE MERAVIGLIOSA
 

INGREDIENTI FRESCHISSIMI:

MAZZANCOLLE

ZUCCHINE CON I FIORI

POMODORINI

AGLIO UNO SPICCHIO 

PEPERONCINO

PEPE BIANCO

SALE

PREZZEMOLO

LIMONE  

OLIO EXTRAVERGINE

UNA SPRUZZATA DI VINO

SPAGHETTI LATINI

 

 RICETTA4

 

LAVATE LE MAZZANCOLLE,TOGLIETE LE TESTE  E METTETELE DA PARTE,

TOGLIERE IL FILO NERO SULLA SCHIENA

INTANTO SOFFRIGGETE L’ AGLIO CON L ‘OLIO EXTRAVERGINE , APPENA DORATO , METTETE LE ZUCCHINE TAGLIATE A RONDELLE SOTTILI E UNA SPRUZZATA DI VINO BIANCO SALATE E PEPATE , AGGIUNGETE  LE TESTE DELLE MAZZANCOLLE SPREMETELE BENE E COPRITE CON UN  COPERCHIO COSì DA FAR CUOCERE LE ZUCCHINE ( SE  IL TUTTO RISULTASSE TROPPO SECCO METTETE UN GOCCINO D’ ACQUA CALDA E POI COPRITE)

DOPO UN CINQUE MINUTI CIRCA ,SE SONO CROCCANTI QUASI COTTE,TOGLIETE LE TESTE SCHIA CCIANDOLE IN MODO CHE IL SUGHINO RESTI NELLA PENTOLA AGGIUNGETE LE MAZZANCOLLE DIVISE A METà ,UNA GRATTUGIATINA DI LIMONE ,

ALTRI DUE MINUTI GIRATE ,AGGIUNGETE I POMODORINI TAGLIATI A DADINI UNA GIRATINA VELOCE…..FATTO!

NEL FRATTEMPO METTERE A CUOCERE GLI SPAGHETTI ASSOLUTAMENTE PASTA RUVIDA, IO USO QUELLI DI LATINI,TOGLIETELI AL DENTE SCOLATELI ,AMALGAMATELI NELLA PADELLA COL LA SALSA SUL FUOCO… IMPIATTATELI SPOLVERATE CON IL PREZZEMOLO TRITATO E I FIORI DELLE ZUCCHINE TAGLIATI A LISTARELLE.. 

CHIUDETE GLI OCCHI E MANGIATE!!! 

RICETTA5